Elezioni regionali italiane: quali prospettive per l’Italia?

Quante sono le regioni che vanno al voto?

Sono sette le regioni che a fine maggio si recheranno al voto per eleggere i loro rappresentanti. Puglia, Campania, Toscana, Veneto, Marche e Umbria. Molte dunque le regioni del centro e del sud Italia. Contemporaneamente in 1062 paesi si organizzeranno anche le elezioni amministrative.

Che cosa ci si aspetta in Campania?

I risultati sono ancora incerti. Il candidato favorito è Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno. Gli ultimi sondaggi però lo danno in calo a causa di quelle personalità che sono state definite impresentabile alle quali si è affiancato. Tra i candidati di spessore vi sono Vincenzo de Luca del Partito Democratico, Stefano Caldoro di Forza Italia, Valeria Ciarambino del Movimento 5 stelle, Salvatore Vozza di Sinistra Ecologia e Libertà.

Che cosa ci si aspetta in Liguria?

Anche in Liguiria l’esito delle elezioni regionali italiane non è così chiaro. Per scegliere il proprio rappresentante candidato, infatti, il PD si è spaccato in due. La Paita, renziana indagata per omicidio e disastro colposo nell’alluvione di Genova, è riuscita a candidarsi al posto di Cofferati. Suo avversario è Pastorino, anch’egli del Partito Democratico, ma vicino all’ala di Civati.

Che cosa ci si aspetta in Toscana?

Nelle belle colline toscane invece si presume ci sarà una continuità governativa. Enrico Rossi del Partito Democratico
è l’attuale presidente della regione, nonchè il candidato più favorito. Oltre a lui tra i candidati di spicco abbiamo Claudio Borghi della Lega Nord, Stefano Mugnai di Forza Italia, Giacomo Giannarelli del Movimento 5 stelle.

Che cosa ci si aspetta nelle Marche?

Anche in questa regione il Partito Democratico dovrebbe essere il favorito. Luca Ceriscioli del PD è il candidato che sembrerà ottenere i seggi.
Gian Mario Spacca di Forza Italia probabilmente non riuscirà a prendere il potere.

Che cosa ci si aspetta in Puglia?

Michele Emiliano del centrosinistra sarà probabilmente colui che riuscirà ad ottenere la giunta regionale. Inizialmente la situazione non è stata facile a causa sopratutto del contrasto con l’attuale presidente Nichi Vendola. Adriana Poli Bertone di Forza Italia sarà la sua principale avversaria politica, insieme a Francesco Schitulli del Nuovo Centrodestra.

Che ci si aspetta in Umbria?

Anche in Umbria ci si aspetta il centrosinistra al potere. Catiuscia Marini, probabilmente, verrà riconfermata. Si dovrà battere contro Claudio Ricci di Fratelli d’Italia e Andrea Liberati del Movimento 5 stelle.

Che ci si aspetta dal Veneto?

L’Italia sembra tutta rossa dagli ultimi sondaggi. Anche il Veneto sarà tinto dal colore di sinistra? Il Veneto è in controtendenza. Il candidato favorito è quello della Lega Nord: Luca Zaia, un candidato che ha fatto molto parlare di sè per le sue numerosissime dichiarazioni. Alessandra Moretti del Partito Democratico, Flavio Tosi della Lista Autonoma e e Jacopo Berti del Movimento 5 stelle, probabilmente non potranno nulla contro di lui.

Se i sondaggi si mostreranno veritieri sicuramente il Partito Democratico uscirà da queste elezioni fortemente rafforzato. Nelle urne però tutto può cambiare.

Fonte: Sky TG24