Pioggia di gol in premier league: i migliori marcatori

La classifica dei bomber

La Premier League ha un nuovo re

Al quarto assalto El Kun, al secolo Sergio Aguero, è riuscito a conquistare la vetta della classifica dei marcatori della Premier 2014/2015 con 26 gol, succedendo al vincitore della classifica 2013/2014, cioè Luis Suarez che militava nel Liverpool e oggi è in forza al Barcellona.

Il campione argentino del Manchester City ha portato i citizens a combattere per il titolo fianco a fianco col Chelsea di Mourinho che alla fine è riuscito a strappare la vittoria. Si è trattato di un anno fantastico per il ventisettenne degli sky blues, che ha stabilito il suo nuovo record di gol sia in Premier sia con la maglia del City grazie ai 6 gol in Champions League, di cui una memorabile tripletta ai danni del Bayern Monaco.

In campionato è riuscito a calare il poker contro il temibile Tottenham e una tripletta col retrocesso QPR. La sua carriera è stata costellata di infortuni muscolari che quest’anno pare abbia risolto grazie al medico italiano che segue anche il suo compagno di nazionale Lionel Messi.

Il podio

L’Inghilterra ha una nuova speranza

Al secondo posto s’è piazzato il sorprendente Harry Kane del Tottenham con 21 reti di cui solo due calci di rigore. Il vice capocannoniere è un inglese di 22 anni che rappresenta la speranza per il futuro della nazionale. Durante le passate stagioni la squadra londinese lo aveva mandato a farsi le ossa in prestito al Norwich e al Leicester City.

Fino all’anno scorso il suo valore di mercato si aggirava intorno ai 500.000 euro, adesso si parla già di 15 milioni di euro, un gran bel salto per un giovane di grandi speranze. Grazie alla sua straordinaria stagione il Tottenham tornerà in Europa League e ha potuto carezzare il sogno di accedere alla Champions.

Al terzo posto s’è piazzato Diego Costa del Chelsea con 20 gol e un solo calcio di rigore. Il rendimento del ventiseienne attaccante spagnolo è stato limitato da due infortuni alla coscia che lo hanno tenuto fuori per due mesi e quindi non ha potuto avvicinarsi al suo record personale di 35 reti stabilito la scorsa stagione con l’Atletico Madrid.

Le statistiche dicono che è la stagione col maggiore numero di assenze dopo la rottura del legamento crociato subito quando era un giocatore del Rayo Vallecano, quindi gli avversari sono avvertiti per la prossima stagione.

marcatori-premier
Gli altri bomber

Sorprese e vecchie conoscenze

A 26 anni ha avuto per la prima volta l’occasione di giocare in Premier League e competere con i migliori marcatori grazie al QPR che ha deciso di investire più di 4 milioni di euro per la punta centrale inglese.

Charle Austin ha ripagato la fiducia segnando 18 gol nelle 35 partite giocate, fermandosi a sole due reti da Diego Costa e quindi dal podio della stagione 2014/2015, anche se il suo straordinario anno non ha permesso al QPR di salvarsi dalla retrocessione.

Alle sue spalle si è piazzato l’ex blaugrana Alexis Sanchez con 16 reti per il suo nuovo club, l’Arsenal. La grande delusione di questa Premier è stato Wayne Rooney che ha siglato solo 12 reti e 5 assist, il suo basso rendimento ha fortemente penalizzato il campionato del Manchester United. Una nota merita Graziano Pellè che con i suoi 12 gol ha portato il Southampton in Europa League.