Quotazione dell’oro usato, trasparenza dei Compro Oro

Quando si parla di quotazione di oro usato si tocca un tasto dolente.

Spesso si tende a fare una grande confusione.

Non bisogna mettere sullo stesso piano la quotazione oro usato con il prezzo dell’oro che avviene sui mercati. La differenza è fondamentale perché un cittadino che vuole vendere per qualsiasi esigenza l’oro di famiglia, tende a pensare che possa monetizzare per l’intero peso dell’oro che presenta. Spesso si pensa che l’esercente del negozio di compro oro sia poco onesto ma questo falso preconcetto deve essere sfatato.
Questa errata concezione ha sollevato da sempre notevoli dubbi ma bisogna dividere la quotazione dei mercati OTC dalla quotazione oro usato che viene praticata dagli operatori dei compro oro specializzati.

In pratica, la valutazione dei rinomati lingotti, quella che normalmente avviene sui mercati dell’oro, ha poco a che vedere con la quotazione dell’oro usato e dismesso dalle persone. I gioielli di famiglia non sono fatti tutti di oro puro ma ad essi sono stati aggiunti altri materiali meno preziosi perché necessari durante la fase di lavorazione, per rendere il metallo prezioso malleabile.

trasparenza della quotazione oro usato
Come si fa a capire la quantità di riferimento dell’oro dei gioielli usati.

Chiedete una consulenza gratuita all’operatore.

Nell’oro lavorato si trovano rame, palladio e platino necessari elementi, per dare forma e durevolezza ai gioielli.
I compro oro, come il noto Oro First,  saranno in grado di dimostrarvi in maniera molto trasparente quale sia l’effettiva quantità di oro che si trova nei beni che volete alienare.
Per prima cosa va verificata la punzonatura ossia il marchio della casa produttrice del gioiello che indica anche i carati. Sull’oggetto in questione si può trovare una sigla che corrisponde ai carati cioè 10k, 14k, 18k, 22k e 24 e se questa scritta non viene trovata, si è sicuramente di fronte ad una contraffazione. Dopo la punzonatura si passa alla pesatura che che viene compiuta con una bilancia decimale di precisione e con display visibile. Voi dovrete essere presenti a questa operazione per una questione di trasparenza. Dopo queste due azioni si dà il via alla precisa valutazione dell’oro che avviene non sul tutto il peso dei gioielli ma sul peso effettivo dell’oro contenuto negli oggetti. L’esercente eliminerà dalla quotazione anche eventuali gemme vere o sintetiche incastonate nelle spille, nelle collane o negli anelli.

Potete valutare i vostri gioielli anche a casa attraverso una particolare piattaforma.

Ogni compro oro di rispetto ha il suo sito.

Non sono pochi i compro oro che posseggono siti autorevoli con indicatori che danno l’esatta quotazione dell’oro usato. Il procedimento è semplicissimo.

Basta pesare il proprio oro ed il programma dopo aver inseriti i dati richiesti, vi darà la massima valutazione dell’oro che potrete tranquillamente bloccare per poi recarvi di persona nel negozio fisico e concludere la transazione. In sede, riceverete il denaro per il vostro oro usato che purtroppo non comprende il valore affettivo molto importante per chi decide di vendere.

Come vedete la quotazione oro usato è ben diversa da quello della dei lingotti ma è importante conoscerla per non crearsi falsi preconcetti che mettono in cattiva luce gli operatori dei compro oro.